Al via i preparativi per la XXXII Edizione

Giovedì 8 settembre, presso il Centro Culturale Piazzalunga, ha avuto luogo la discussione dei ragazzi della Giuria di Preselezione per la scelta dei quattro libri che verranno messi in gara nella XXXII Edizione – 2023 del Concorso.

Prima dell’inizio, Fabio Carlini e Gianna Pappalardo, a nome dell’Associazione Auser, che dallo scorso anno appoggia questa manifestazione, hanno consegnato ai ragazzi una sacca da spalla con i loghi di Un libro per la testa e di Auser, complimentandosi vivamente con i ragazzi che con tanto entusiasmo hanno affrontato una sfida così impegnativa e importante, sollecitandoli a continuare anche negli anni a venire perché “un libro non ti lascia mai solo”.

I ragazzi si sono quindi lanciati nel loro lavoro discutendo, confrontandosi e mettendo a confronto i libri, in modo da costruire una quartina equilibrata che potesse rispondere ai gusti e alle esigenze delle diverse età e propensioni dei giovani destinatari. Come tutti gli anni, hanno dovuto tener conto anche dei pareri delle Giurie “straniere”, in quanto hanno partecipato alla selezione ragazzi della Svizzera, del Piemonte e della Sicilia, i cui punti di vista sono dovuti essere integrati con quelli dei nostri Lettori.

Non si può dunque se non ringraziare questi giovani e le loro insegnanti che hanno saputo condurli nel corso di questo triennio di scuola media stimolandoli e, sicuramente, facendosi stimolare da loro.

Buon proseguimento, ragazzi!

Giuria di preselezione 2022

Sin da piccola avevo la passione per la lettura, i libri mi hanno da sempre affascinata e spinta ad entrare in un mondo fatato, dove spesso mi perdo e comincio a sognare a occhi aperti. Entrare in questa iniziativa mi permetterebbe di rivivere quella sensazione di libertà, di felicità, che mi fa sentire viva. Valeria

Nel mese del concorso mi sono sempre divertito perciò parteciparvi per tutta l’estate mi è sembrata una proposta interessante. Matteo

Mi è sempre piaciuto leggere, ho partecipato al concorso alle elementari e tutti i tre anni alle medie, quindi ho pensato perché non provare a scegliergli? Gaia

La lettura per me non è solo una passione, ma un vero e proprio interesse. Nei libri mi ritrovo, mi fanno sognare… Leggere mi appassiona e mi coinvolge! Partecipare alla giuria di preselezione della trentaduesima edizione di Un libro per la testa é un’emozione indescrivibile! Nicole

Nei libri ho sempre trovato compagni di viaggio, amici, supporto, e voglio quindi riuscire a far trovare a qualcun altro i migliori compagni di viaggio che li accompagnino durante il mese del concorso. Aurora

Perdersi in un mondo irreale, ritrovarsi nei personaggi di un libro e sognare ad occhi aperti fanno tutti parte di questa esperienza che nel mio piccolo continuerò  a sostenere entrando a far parte della giuria di preselezione  Maria Chiara

Pensare che la mia passione per la lettura si potesse concretizzare e servire ad altri ragazzi per fargli scoprire il mondo dei libri mi ha fatto scegliere di partecipare alla preselezione. Gaia

Ho partecipato tutti gli anni delle medie al concorso, se non direttamente per un anno, ho sempre letto tutti i meravigliosi 4 libri…volevo, quindi, poter scegliere i libri per i lettori futuri, per potere dare anche a loro questo tipo di felicità! Volevo anche mettermi in gioco, accettando questa “sfida”. Rachele

Queste sono solo alcune delle motivazioni che hanno spinto diversi studenti delle classi terze di Mantova, Suzzara, ma anche della Sicilia, del Piemonte e della Svizzera ad offrirsi con grande entusiasmo per far parte della Giuria di preselezione dei quattro libri finalisti della XXXII Edizione del concorso. Durante l’estate, conclusi gli esami, hanno intrapreso con impegno e passione, ma anche responsabilità, la sfida di leggere i dodici titoli proposti dalle biblioteche e dalle librerie specializzate di tutta Italia e della Svizzera.

Grazie ragazzi!